giovedì 26 gennaio 2012

Auschwitz. Ero il numero 220543

Era un soldato inglese in Egitto quando fu fatto prigioniero dai nazisti e portato nel campo vicino al famigerato lager. Lì, Denis Avey si sostituì a un detenuto ebreo e passò due notti con la divisa a righe. Ora, a 93 anni, ha scritto la sue memorie e quell'incredibile avventura è diventata un bestseller. 
"I due campi di prigionia erano contigui: il nostro, di soldati inglesi, e quello degli ebrei. Lavoravamo insieme alla costruzione di una fabbrica della IG Farben, il colosso della chimica, che avrebbe prodotto una gomma sintetica indispensabile alla macchina da guerra nazista. Spartivamo gli stenti - undici ore al giorno a spaccarci la schiena - ma non le esecuzioni arbitrarie: quegli uomini ombra con l'uniforme a righe e il volto terreo morivano di continuo, ammazzati a calci e bastonate o stroncati dallo sfinimento. A noi i nazisti consentivano di sopravvivere. La sera, ci scortavano ai rispettivi campi: loro ad Auschwitz III, di cui sapevamo solo - sussurri tra disperati - che era l'inferno in terra. Noi all'E715, dove ci aspettavano baracche e rancio scarso, ma almeno la certezza di arrivare all'indomani. Ero tormentato dal bisogno di sapere di più. Un uomo a righe mi aveva bisbigliato, "Tu che un giorno tornerai a casa, racconta", e quella supplica mi era entrata nel cervello come un tarlo".
Fu così che Denis Avey escogitò un piano, corruppe prigionieri e Kapò, rischiò la pelle, per entrare ad Auschwitz di sua volontà. Due volte. Un'impresa da pazzi.
Eppure, quando alla fine della guerra tentò di raccontare, nessuno gli diede retta. Del conflitto si volevano ricordare gli atti di eroismo, non le atrocità. Così Denis si chiuse nel silenzio - e negli incubi - fino a un paio d'anni fa, quando gli chiesero di parlare in un'intervista. Poi scrisse le sue memorie, che ora escono in Italia: "Auschwitz. Ero il numero 220543" (Newton Compton). L'edizione paperback, appena uscita in Inghilterra, ha venduto 45 mila copie in due settimane ed è in cima alle classifiche.

Auschwitz. Ero il numero 220543
Denis Avey – Rob Broomby
Newton Compton
329 pag. Euro 9,90

Nessun commento:

Posta un commento