lunedì 30 luglio 2012

La sorpresa chiamata amore

La tesoriera del Circolo Culturale Restare Umani, Stefania Peverati, ha partecipato nei giorni scorsi alla finale del Premio Vivarium di Catanzaro per la Poesia, sezione nella quale si è classificata quarta con "Sorprendimi".
Il premio riservato alla migliore lirica inedita è andato invece a Ninnj Di Stefano Busà per la lirica “Andremo soli al delta dei silenzi”, una “bella pagina di autentica poesia”.
In questa sezione, dal secondo al quinto posto sono stati classificati, nell’ordine, Emanuele Lo Presti di Firenze con “Potrebbe bastare”, Francesco Scattarreggia di Reggio Calabria con “Yara”, Stefania Peverati di Paderno Dugnano con “Sorprendimi” e Alessandra Peveraro di Valduggia con “Le origini”. Di seguito la poesia di Stefania alla quale facciamo i nostri più vivi complimenti.

Sorprendimi
di Stefania Peverati

Sorprendimi, Amore
con una carezza di vento
sulle spalle nude,
con un raggio di sole
che accende di rosa il mattino,
incantami con un fiore
sbocciato tra rocce inospitali,
con la pioggia di marzo
che confonde le mie lacrime,
fermami il respiro
con un bacio rubato
per strada, sotto un lampione,
quando credevo ormai
fosse tardi per me.
Risvegliami, Amore,
col palpito fremente della vita
sfiorami il cuore,
donagli un paio d’ali leggere
perché ritorni, coi sogni, a volare.

Nessun commento:

Posta un commento