venerdì 9 dicembre 2011

Concerned Photography a Paderno Dugnano

Mi piacerebbe organizzare ne prossimi mesi a Paderno Dugnano una mostra di “concerned photgraphy ”, letteralmente "fotografia impegnata", sul modello di quelle che venivano organizzate negli anni 70 e con le quali si portavano in giro per un’Italia provinciale e ripiegata sui suoi soliti temi, le immagini della crisi internazionale che dimostravano come i nostri problemi in realtà erano problemi globali che venivano affrontati dalla gente in tutto il mondo.
Il titolo della mostra che vorrei realizzare è “Occupy Wall Street”, un movimento di contestazione pacifica, nato per denunciare gli abusi del capitalismo finanziario, che si è concretizzato in una serie di dimostrazioni nella città di New York presso Zuccotti Park.
I partecipanti alle dimostrazioni manifestano principalmente contro l'inequità economica e sociale sviluppatasi a seguito della crisi economica mondiale, ispirandosi alle Proteste nel Nordafrica e Medio Oriente del 2010-2011, in particolare alle proteste tunisine. Dimostrazioni simili si sono svolte in altre 70 città degli Stati Uniti, in Canada, Australia e a Londra.
Le prossime manifestazioni sono in calendario per il dieci e il dodici dicembre. Domani, “giorno globale dell'azione”, il movimento si unirà alle manifestazioni organizzate su scala mondiale a favore dei diritti dell'uomo, nel giorno del 63esimo anniversario della firma della Dichiarazione universale dei diritti umani. Lunedì 12 sarà invece la volta di una protesta a livello nazionale contro Goldman Sachs, la banca che, secondo il comunicato pubblicato dai manifestanti, guadagna sullo sfruttamento di migliaia di lavoratori del settore portuale americano. La protesta prevede l'occupazione ed il blocco dei porti delle città della costa Ovest, mentre a New York si svolgerà una marcia di solidarietà dal municipio a Zuccotti Park.
Chi è interessato ad aiutarmi a realizzarla? 

Nessun commento:

Posta un commento